Home » Categorie » Siti naturalistici

Siti naturalistici

Dall’altipiano carsico all’Adriatico il tuffo è breve. L’elenco di meraviglie paesaggistiche e varietà ambientali, invece, è lunghissimo. Passando per complessi mondi sotterranei come l’incredibile cavità della Grotta Gigante, si va dalle bianche distese pietrose e suggestive forre calcaree, come quella che incide la Val Rosandra, alle spettacolari falesie di Duino e alle piccole baie nascoste come Canovella degli Zoppoli.
Il Carso triestino, raccordo tra gli ecosistemi mediterraneo e centroeuropeo, offre scenari straordinari, caratterizzati da specificità idrogeologiche, faunistiche e botaniche. Peculiare da questo punto di vista è l’area di Duino-Aurisina per l’esistenza di due ambienti quali le falesie - tutelate come Riserva Naturale Regionale assieme a Val Rosandra - e la macchia mediterranea, diffusa lungo la costa e sull’altopiano. Allontanandosi dal tratto costiero compare una prateria arida con macchie di arbusti e di varietà floreali come zafferani e genzianelle, iris, orchidee o calcatreppole ametistine. È la landa carsica, serbatoio di biodiversità che ospita specie rare e che rischia di scomparire a causa dell’imboschimento naturale conseguente all’abbandono del pascolo.
In questa sezione abbiamo raccolto i principali punti di interesse naturalistico della Privincia di Trieste.

Mappa

       
       

Galleria immagini