Home » Punti di interesse » Sentiero Rilke

Sentiero Rilke

Il più bel sentiero panoramico della città è dedicato a Rainer Maria Rilke, poeta e scrittore austriaco di origine boema che, a inizio Novecento, fu ospite a Duino nel castello della Principessa Maria della Torre e Tasso. 
Il percorso, di circa 2 km, corre lungo il costone tra la baia di Sistiana e Duino e si sviluppa costeggiando le spettacolari formazioni rocciose (falesie) che dominano 80 metri di altezza a strapiombo sul mare. Uno scenario emozionante che include il Golfo di Trieste, lo straordinario ambiente costiero caratterizzato dalle falesie e una particolare commistione botanica. Qui la flora continentale confina con quella mediterranea, tenacemente abbarbicata alle rocce. Lungo il percorso, sempre ben segnalato, si incontrano anche diverse postazioni belliche aperte sul mare. 
Le rocce che caratterizzano le falesie sono calcari formatisi in un mare antico tra i 70 milioni di anni fa (Cretacico superiore) e 55 milioni di anni fa (Paleocene) quando la configurazione dei continenti era differente dall’attuale. In quest'area è ben visibile il fenomeno del carsismo che si manifesta sulla superficie delle rocce attraverso una molteplicità di forme. Tale processo di dissoluzione carsica che prende il nome proprio da questo territorio consiste nella messa in soluzione di roccia da parte dell'acqua di pioggia, dell'acqua di scorrimento superficiale e di quella che percola attraverso il suolo e le fratture stesse della roccia.
Le forme carsiche che qui incontriamo prendono il nome di scannellature, solchi, fori di dissoluzione, cavità di interstrato, vaschette di corrosione, crepacci, grize e campi solcati. Tali forme sono visibili lungo il sentiero Rilke ma in alcuni punti di osservazione si manifestano in tutta la loro bellezza.

Come arrivare

Si può intraprendere la passeggiata fiancheggiando il campeggio dietro allo slargo sopra la baia di Sistiana, dove si trovano il Centro di Promozione Territoriale della Provincia di Trieste e lo IAT del Comune di Duino-Aurisina, in alternativa partendo dal Collegio del Mondo Unito di Duino (il cui giardino, seppur accessibile, è proprietà privata).

Note

Il sentiero non presenta particolari difficoltà di percorrenza, si mantiene in quota con brevi tratti in discesa o salita. Occorre prestare attenzione  in alcuni punti per la presenza di rocce sporgenti e di strapiombi comunque segnalati e protetti da opportune barriere.

Mappa

   

Galleria immagini