Home » Punti di interesse » Monte Carso

Monte Carso

L’ascesa al monte Carso (al confine tra il Carso classico e l’Istria montana e con una quota massima di 455 m) e al retrostante altipiano di San Servolo situato in territorio sloveno, rappresenta una delle escursioni più impegnative e affascinanti nel comprensorio della Val Rosandra. La vegetazione è ricca e varia per la presenza di ambienti molto diversi. Qui ritroviamo, infatti, aree con abbondanza di acqua corrente  (torrente Rosandra) e acqua temporanea (sorgenti di trabocco come l’Antro di Bagnoli), ghiaioni detritici, ex cave abbandonate, zone pianeggianti, vallecole interne dal diverso microclima ed esposizione alla bora, dove si possono osservare alcune tra le più vecchie querce del Carso e i rimboschimenti a pino nero e pino d’Aleppo. La zona ospita una grande quantità di specie animali ed è ultimamente frequentata assiduamente da orso e lupo. A lato dei sentieri che si snodano lungo il monte sono visibili alcune testimonianze del passato come i resti di un castelliere protostorico, iscrizioni confinarie (Grotta delle antiche iscrizioni) e alcune grotte tra cui la grotta di Crogole e la Caverna degli Orsi abitata dall’ Ursus spelaeus e sucessivamente dall’uomo migliaia di anni fa.

Mappa

   

Galleria immagini