Home » Punti di interesse » Castelliere di Rupinpiccolo

Castelliere di Rupinpiccolo

La cinta esterna del castelliere è lunga ben 240 metri ed è contraddistinta dalla presenza di due varchi d’accesso. L’imponenza dei resti murari ha indotto la locale Soprintendenza a restaurare il sito in considerazione della sua importanza. Il profilo originariamente ellittico del muro del castelliere è oggi interrotto nella sua parte occidentale dalla cava sottostante, ma dalla sezione se ne percepisce ancora bene la robustezza della cinta formata da un muro costruito a secco, con i paramenti esterni formati da grossi blocchi di calcare e il riempimento interno costituito da sassi e terra, per conferire maggior stabilità alla struttura. Il castelliere aveva infatti una funzione prettamente difensiva e di controllo del territorio: sono quasi tutti posti su alture che godono di un’ottima visuale sul territorio circostante e in genere riescono a vedersi l’un l’altro, lasciando pensare che nell’epoca in cui furono utilizzati, il secondo millennio a.C., fosse attiva una sorta di rete di segnalazioni tra un castelliere e l’altro, in modo da formare una vera e propria linea di difesa.

Come arrivare

Bus 42: Piazza Oberdan - Opicina
cambio a Prosecco
Bus 46: Prosecco - Samatorza

Note

Uscendo da Rupinpiccolo e imboccando la strada che conduce a Repen, subito dopo la fine dell’abitato si sale per una stradina che si apre sulla sinistra e costeggia una cava ora in disuso. Sulla destra si scorgono così i muri possenti del castelliere di Rupinpiccolo.

Mappa

   

Galleria immagini